Pericardite tubercolare


 Pericardite è una condizione in cui la membrana che circonda il cuore, pericardio, gonfie e infiammate. Pericardite è classificata come pericardite acuta o cronica pericardite, la prima cosa che accade improvvisamente e l'ultimo è una condizione a lungo termine. Pericardite acuta è la forma più comune di pericardite con casi più lievi di solito si risolvono da soli e più grave che richiede un intervento medico, compreso il ricovero in ospedale. Pericardite può spesso portare a pericardite costrittiva cronica, una condizione in cui la membrana che circonda il cuore si restringe e perde la sua elasticità dovuta alla presenza di tessuto cicatriziale. La borsa stretto restringe e il cuore può interferire con la normale funzionalità cardiaca.
Pericardite tubercolare è causata dal Mycobacterium tuberculosis, l'organismo che provoca la tubercolosi (TB). La diffusione della tubercolosi al di fuori dei risultati tessuto polmonare in granulomatosa pericardite pericardio può causare sanguinamento. Nei casi cronici, può causare sanguinamento di fibrosi tessuto cicatriziale e calcificazione, con conseguente pericardite costrittiva.
Pericardite tubercolare possono essere suddivisi in quattro fasi. Questi sono:
I
    I
  • La fase a secco
  • I
  • La fase effusiva
  • I
  • La fase di assorbimento
  • I
  • Fase costrittiva
La fase secca di infezione non è facilmente riconoscibile. Viene rilevata la prima fase di infezione dovuta alla infiammazione del pericardio pericardio. Il processo infiammatorio si ritiene che lo sviluppo di una reazione di ipersensibilità in presenza di tuberculoprotein, con bassi livelli di tubercolo bacilli sia presente. Il fluido pericardico in questa fase contiene leucociti e alta concentrazione di proteine.
Circa la metà di tutti i pazienti che hanno sintomi della fase effusiva riassorbito pagamento, con sintomi generalmente si risolvono senza intervento medico. Questo si verifica solitamente durante un periodo da 2 a 4 per settimana. In altri casi, la malattia progredisce alla fase costrittiva.
Segni e sintomi di pericardite tubercolare cronica possono includere:
I
    I
  • Il dolore acuto al petto
  • I
  • Un dolore acuto al petto a sinistra
  • I
  • Una tosse persistente
  • I
  • Febbre
  • I
  • Sudorazione notturna
  • I
  • Fatica e sensazione di debolezza
  • I
  • Inspiegabile perdita di peso
  • I
  • Affanno
  • I
  • Gonfiore
I sintomi non sono molto specifici e possono iniziare solo con febbre, sudorazione notturna e perdita di peso. Esso può essere seguito da mancanza di respiro e dolore al petto. I sintomi dipendono dalla quantità del pericardio è coinvolto e la misura in cui la tubercolosi è diffusa.
Il trattamento per la tubercolosi pericardite è la stessa come per la tubercolosi. La terapia anti-tubercolosi è riconosciuto come il trattamento più efficace per prevenire lo sviluppo di pericardite costrittiva e ridurre il rischio di morte.
La terapia antitubercolare è un regime a quattro farmaci, tra cui:
I
    I
  • Isoniazide (300 mg per via orale una volta al giorno)
  • I
  • Rifampicina (600 mg, una volta al giorno)
  • I
  • Pirazinamide (da 15 a 30 mg / kg fino a 2 g / giorno in dose singola)
  • I
  • Ethambutol (da 15 a 25 mg / kg per via orale, una volta al giorno) o streptomicina (da 20 a 40 mg / kg fino a 1 g / die per via intramuscolare)
Questi quattro farmaci sono stati continuati per almeno otto settimane prima di essere progressivamente ridotto come isoniazide e rifampicina continuato per sei mesi.
Studi hanno dimostrato che nei casi di soggetti con attiva pericardite costrittiva, corticosteroidi aggiunti ai quattro farmaci antitubercolari in grado di ridurre il rischio di morte e la necessità pericardiectomia.
Pericardiectomia generalmente richiesto nel caso di persone che soffrono di effusioni ricorrenti o continua elevata pressione venosa centrale. Il tasso di successo di questa procedura dipende dallo stadio di pericardite tubercolare, e le persone con malattia terminale di solito costrittiva non essere in grado di tollerare la procedura.


Lascia un commento